Termoformati

a freddo

 

Il procedimento consiste nel riscaldare il materiale (PolietileneEVA o Feltro) in appositi forni. Questi vengono poi inseriti nello stampo a bassa temperatura così che, tramite lo shock termico, si ottiene la corretta sagomatura del sottopiede.  

 
 
 
 
 

Termoformati

a caldo

Vengono utilizzati i materiali come agglomerati e schiume ad alta densità. 

I materiali vengono pressati su stampi surriscaldati ad alte temperature in modo da ottenere la perfetta sagomatura del sottopiede.